GIORDANIA

(8 giorni – 7 notti)

27 Dicembre 2013

Partenza in gruppo

min 4 max 25 pax

 

1° GIORNO ITALIA – AMMAN (27 dicembre)

Arrivo all’aeroporto internazionale di Amman, Queen Alia. Incontro con il nostro assistente in aeroporto, per il disbrigo delle formalità doganali. Trasferimento presso l’hotel prenotato e sistemazione in camera riservata. Cena e pernottamento.

2° GIORNO AMMAN  – PELLA – UM QAIS – JERASH - AMMAN (28 dicembre)

Prima colazione. Partenza verso Umm Qais, con una sosta al sito archeologico di Pella: è uno dei siti preferiti dagli archeologi per la copiosità dei ritrovamenti, alcuni di straordinaria antichità. Oltre alle rovine greco-romane riportate alla luce, Pella offre i resti di un insediamento calcolitico del IV millennio a.C., di città fortificate dell'età del bronzo e del ferro, chiese bizantine, antichi quartieri residenziali islamici e una piccola moschea medievale. Proseguimento per Umm Qais. Oltre a Gerasa e Amman, Gadara (l'attuale Umm Qays) e Pella (Tabqat Fahl) furono un tempo città della Decapoli e sono entrambe caratterizzate da un'atmosfera inconfondibile. Abbarbicata su una splendida altura sovrastante la Valle del Giordano e il Mare di Galilea, Umm Qays vanta straordinarie rovine antiche, tra cui lo splendido teatro di basalto nero, la basilica e l'adiacente cortile disseminato di sarcofaghi neri finemente decorati, la strada principale ornata da colonne e una strada secondaria costeggiata da negozi, un mausoleo sotterraneo, due bagni termali, un ninfeo, un ingresso cittadino e la sagoma appena definita di quello che era un tempo un imponente ippodromo. Pranzo in ristorante locale.Partenza per la visita di Jerash: Situata a 50 kmin direzione Nord, rappresenta le vestigia dell'antica città romana di Gerasa. La zona è stata probabilmente abitata fin dai tempi del Neolitico, e in un certo momento della sua storia ha fatto parte della Decapoli dell'imperatore Pompeo, una lega commerciale composta da dieci città del Medio Oriente. Gerasa raggiunse l'apice del suo splendore all'inizio del III secolo, ma conobbe un periodo di declino dopo una serie di invasioni cristiane e musulmane, seguite dal violento terremoto del 747. Sebbene gli scavi abbiano avuto inizio negli anni '20 del XX secolo, si calcola che solo il 10% della città sia stato scoperto. L'ingresso di Jerash era costituito da un arco di trionfo, ma adesso l'entrata principale è la Porta sud. All'interno delle mura cittadine si può ammirare il Tempio di Zeus e il foro, che ha un'insolita forma ovale. Dietro il tempio c'è il Teatro Sud, costruito nel I secolo, che aveva una capienza di 5000 spettatori e, continuando in direzione nord, il cardo o strada colonnata, lungo 600m. Il più grande edificio del luogo è il Tempio di Artemide, situato proprio al centro. Al termine della visita, rientro in hotel ad Amman. Cena ed il pernottamento.

3° GIORNO AMMAN – NEBO – MADABA – OASI DI DANA - BEIDA – PETRA (29 dicembre)

Prima colazione. Partenza da Amman per raggiungere il Monte Nebo e la città di Madaba. Il Monte Nebo,con il monumento dedicato a Mosè il luogo più venerato della Giordania. La leggenda racconta che qui morì e fu sepolto. Da un piazzale di fronte alla chiesa si gode una vista stupenda attraverso la valle del Giordano ed il Mar Morto fino ai tetti di Gerusalemme e di Betlemme. Dopo la visita, trasferimento a Madaba: questa piacevole cittadina che si trova 30 km a Sud di Amman è conosciuta per i suoi pregevoli mosaici di epoca bizantina, tra i quali una mappa a mosaico della Palestina risalente al VI secolo. Composta da due milioni di pezzi, la mappa di Madaba mostra il Nilo, il Mar Morto e Gerusalemme, compresa la Chiesa del Santo Sepolcro. Il mosaico si trova nella chiesa greco-ortodossa di S. Giorgio. Buona parte della città è oggi inglobata nel parco archeologico, che comprende le chiese della Vergine e del Profeta Elia risalenti al VII secolo, e la più antica sala di Ippolito, che ospita uno spettacolare mosaico con scene tratte dalla classica tragedia edipica di Fedra e Ippolito. Pranzo in ristorante, durante le visite. Si procede per la visita dell’oasi naturalistica di Dana: Dana è la più interessante delle 5 riserve naturali della Giordania:Shaumari, Mujib, Zubia, Azraq. Le caratteristiche geografiche e morfologiche del paesaggio, combinate con quelle climatiche, fanno dei 300 chilometri quadrati della Riserva Naturale di Dana, un luogo incantevole, raggiungibile dalla città di Al-Qaddisiyyen, lungo il percorso della Strada dei Re. Questo territorio comprende un sistema di gole e montagne che si estende dall’alta valle del Rift ai bassopiani desertici del Wadi Araba, ed accoglie numerose specie in via d’estinzione, fra le quali: stambecchi, gazzelle di montagna, tassi, volpi rosse e lupi. Vita naturale a parte, questa zona offre notevoli sorprese archeologiche e culturali, basti citare le antiche miniere di rame nel Wadi Faynan, scoperte solo nel 1998. Per questa ragione, le antiche case in pietra, con soffitti a volta, del villaggio di Dana, in avanzato stato d’abbandono, sono state restaurate dal Governo, nel rispetto del distintivo carattere tradizionale. Proseguimento verso Sud per raggiungere il sito di Beida: è uno tra gli insediamenti preistorici più antichi del mondo, caratterizzato da un Siq con delle abitazioni ed impianti agricoli di irrigazione dei terrazzamenti succedutisi nei secoli.. Gli scavi archeologici svoltisi per vari anni consecutivi hanno rilevato l'esistenza di sei diversi livelli di abitazione con quattro tipi di architettura ognuno dei quali con caratteristiche e tecniche proprie. I più antichi abitanti di Beida risalgono al periodo neolitico (7000 a.C. circa): essi usavano utensili di pietra, costruivano case, macinavano cereali ed elaboravano tecniche artigianali. In serata, arrivo finalmente a Petra. Sistemazione nella camera riservata. Cena e pernottamento.

4° GIORNO PETRA (30 dicembre)

Prima colazione. Per affrontare questa giornata, consigliamo abbigliamento comodo da escursione, o da trekking. Trasferimento alla zona archeologica per un’intera giornata di visite. E’ tra i più affascinanti e suggestivi luoghi del Medio Oriente. Un tempo capitale dei Nabatei, gli arabi che dominarono l'area transgiordana prima dell'arrivo dei Romani. Petra è una stupefacente città scavata nella roccia. Dimenticata per un migliaio di anni e riscoperta solo nel 1812, Petra promosse la propria immagine facendo da sfondo al film Indiana Jones e l'ultima crociata. Dalla sua riscoperta e fino agli anni '80 del XX secolo è stata la residenza di numerose famiglie beduine che, trasferite, non hanno per niente apprezzato la nuova sistemazione. Il monumento più famoso di questo sito è il Khazneh, o Tesoro, la cui facciata, meravigliosamente scolpita, è la prima cosa che vedete quando entrate dal suq. Anche il monastero è altrettanto imponente ed offre una vista incredibile. C'è poi un anfiteatro con una capienza di 8000 posti e il Tempio dei leoni alati, ancora in fase di scavo. Pranzo durante l’escursione. La visita nella parte più alta ed impervia del sito, il Monastero, sarà valutata dalla guida in funzione del grado di stanchezza del gruppo. Al termine delle visite, rientro in hotel per un po di relax. Cena in ristorante tipico. Pernottamento.

5° GIORNO PETRA - WADI RAMM – AQABA (31 dicembre)

Prima colazione. Per affrontare queste giornate, consigliamo abbigliamento comodo da escursione o da trekking. Partenza verso Sud- Est per accedere alla Riserva Protetta del Wadi Ramm, per un’escursione in Jeep 4x4, gestite dalla tribù della riserva, sui percorsi del deserto rosso: Il deserto del Wadi Ramm offre uno dei più spettacolari scenari desertici del mondo. Il paesaggio è composto da bizzarre formazioni rocciose che svettano sulla pianura di sabbia, note come jebel. Anche se molti turisti vi si recano, il posto non ha perso la sua maestosità. Gli unici residenti della zona sono i circa 4000 abitanti del villaggio e i beduini nomadi, e i soli edifici sono tende di lana di capra, alcuni negozi e alcune case in cemento, e il forte dove ha sede il quartier generale della polizia del deserto. L'impero nabateo, che ha governato a lungo su Petra, ha lasciato a Rum le rovine di un tempio; la zona è un'interessante esposizione di arte rupestre thamudica e cufica. Dopo il pranzo, proseguimento verso Aqaba. Arrivo nel pomeriggio. Aqaba, a differenza dei siti sinora visitati, è una città portuale, l’unica della Giordania, che non offre particolarità dal punto di vista archeologico, ma è uno spaccato della vita reale dei mercanti arabi. La città ha ottenuto lo status di zona off shore, così da poter essere sfruttata anche per qualche buon acquisto a buon mercato nei mercati locali. Sistemazione in hotel. Pernottamento.

6° GIORNO AQABA – UMM EL RASAS – KERAK - MAR MORTO (01 gennaio)

Prima colazione. Trasferimento alla volta del Mar Morto con le visite ai siti di Umm el Rasas e Kerak. Umm Rasas è un sito archeologico che si trova nella Giordania centro-orientale. Qui sono presenti antiche rovine di epoca romana, bizantina e dei primi secoli dell'espansione araba, risalenti al periodo compreso fra il III e il IX secolo.La maggior parte del sito non è ancora stata portata alla luce; ciò che è emerso comprende un accampamento militare ed alcune chiese, alcune delle quali presentano splendidi pavimenti a mosaico. Di particolare pregio è il mosaico della chiesa di Santo Stefano, in cui sono rappresentate le città che anticamente si trovavano in questa regione. Qui sono inoltre state trovate due torri che probabilmente sono le uniche testimonianze della pratica dei monaci stiliti, un tempo molto diffusa nella Chiesa orientale. Nel 2004 Umm al-Rasās è stato inserito nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Si prosegue per la visita di Kerak: Il nome "kerak" significa sommità fortificata ed è sinonimo di acra, ma anche di acer, aguzzo in latino. La cittadina, arroccata sulla cima di un'altura, è dominata dalla mole di un castello crociato. Capitale dei Moabiti, costituì l'ultimo rifugio del loro re Mesa il quale si insediò in questa roccaforte per difendersi dai ripetuti attacchi degli Gerusalemme ; cercando di ingraziarsi il favore degli dei, pensò bene di sacrificare loro il suo figlio primogenito, ma senza ottenerne in cambio la salvezza del castello, come sperava! Al tempo dei Bizantini fu anche sede vescovile e doveva essere un centro cristiano importante, se la sua chiesa è addirittura raffigurata nella famosa mappa di Madaba. La fortezzacome la si vede adesso fu costruita nel 1136 da Payem, signore della vicina Shobak, agli ordini di Baldovino I, ma sicuramente il luogo era già stato usato in precedenza, data la sua posizione lungo la strada dei re, su un'altura che domina tutta la valle sottostante e di conseguenza le vie carovaniere. Pranzo durante le escursioni. All’arrivo in albergo, sistemazione nella camera riservata. Resto della giornata dedicata al relax. Pranzo, cena e pernottamento.

 

7° GIORNO    MAR MORTO – BETANIA - AMMAN (02 gennaio)

Prima colazione. Mattinata a disposizione per il relax. Le stanze saranno a disposizione sino alle 12.00. Pranzo in hotel. Nel pomeriggio partenza per la visita di Betania: il sito oltre il Giordano, è stato localizzato nell'area che si estende tra Tell al Kharrar (il Colle di Elia, Tall Mar Elias in arabo) e la Chiesa di Giovanni Battista, sulla sponda orientale del Giordano, nel Regno hashemita di Giordania. Tell al Kharrar è lo stesso luogo in cui si ritiene che Elia sia asceso al cielo su un carro di fuoco. Si pensa che il Wadi al Kharrar sia la Gola di Kerith, dove scorre il corso d'acqua a est del Giordano presso il quale Dio ordinò a Elia di nascondersi dal re Achab e dalla regina Jezebel. Il Colle di Sant'Elia è il luogo simbolo del sacramento del Battesimo; vi sorgono i resti di un monastero bizantino con chiese, ampie vasche battesimali e un sistema di serbatoi per l'acqua. Scoperte risalenti al I secolo d.C. confermano che il sito era abitato ai tempi di Gesù e di Giovanni Battista. Un edificio del III secolo impreziosito da un mosaico pavimentale è stato probabilmente uno dei primi luoghi di preghiera dei cristiani al mondo. Sul Colle di Elia si trova anche la grotta in cui, secondo numerosi testi di pellegrini bizantini, Giovanni Battista visse e battezzò Gesù Cristo. La chiesa bizantina è stata costruita intorno alla grotta e, di recente, stato scavato un canale artificiale che la rende visitabile. In seguito, Giovanni Battista iniziò la sua opera proprio nel luogo in cui Elia aveva terminato la sua vita, e infatti entrambi questi profeti biblici giocano ruoli teologici simili: affrontano la religiosità corrotta del tempo, sfidano le autorità politiche, annunciano l'arrivo imminente del Messia e spingono il popolo a vivere rettamente. Per quasi due millenni quest'area, che si estende lungo la riva orientale del fiume Giordano di fronte a Gerico, è stata ritenuta anche il lungo dove Gesù venne battezzato da Giovanni. Ma nel 1996 una serie di sorprendenti scoperte archeologiche identificò il luogo esatto dove Giovanni aveva vissuto e battezzato: Betania oltre il Giordano. La Bibbia (Giovanni 10:40) parla di questo luogo quando, dopo essere stato quasi lapidato a Gerusalemme, "Gesù se ne andò di nuovo oltre il Giordano, dove Giovanni da principio battezzava, e là si trattenne". Proseguimento per Amman. Il pomeriggio prosegue conun tour della Capitale con visita della Cittadella, del Teatro Romano e del Ninfeo. Trasferimento presso l’albergo prenotato e sistemazione nella camera riservata. Cena di arrivederci in ristorante tipico ad Amman. Pernottamento.

8° GIORNO AMMAN – ITALIA (03 gennaio)

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto dove il ns assistente supporterà i Sig.i Viaggiatori per le pratiche d’imbarco sul volo di rientro in Italia.

 

Over Night

5* Hotels

Option 1

4* Hotels

Option 2

Nights Number

Amman

MERIDIEN

CHAM PALACE

3 Nights , HB

Petra

MOEVENPICK

PETRA

2 Nights , HB

Aqaba

MOEVENPICK TALA BAY

MARINA PLAZA

1 Nights , HB

Dead Sea

MOEVENPICK

DEAD SEA SPA

1 Nights , HB

 

OPTION 1

Rates as below :  Min 4 Max 25 Pax :

Per person In dbl room: 1596 $  COMMISSIONABLE at 20%

Single Supplement:    395 $

 

OPTION 2

Per person In dbl room: 1253 $  COMMISSIONABLE at 20%

Single Supplement:    290 $       

 

Services Included:

1-  Meet and assist at the apt upon arrival and departure through formalities .

2-  A/C Modern Bus for a whole transfer .

3-  Professional Italian Speaking guide for a whole stay .

4-   Hotel stay as mentioned above on red color .

5-   Hotel stay based on HB Basis .

6-   Entry visa to Jordan for 5 Pax and above only .

7-   Departure Tax if any

8-   Entrance fees to all sites as per the above suggested program .

9-   Horse ride at Petra for only 600 meters till the Siq main entrance / not included bedwin Boy horse ride .

10-2 hours Jeep tour at Wadi Rum.

11- 2 dinners at local restaurants as per program in Petra and Amman

Excluded:

1-  All kinds of Tips ( guide – Driver – Portages ) etc,,

2- Extra expenses or anything not mentioned above .

3- Entry visa to Jordan for 4 Pax and less : 30 $ P.P (if participants will be over 5 the visa will be free of charge if clients will be arriving all together at the border)

4-  Lunches Supplement : 15 $ P.P .

Notes :

1-  Above rates quoted in USD $

2-   New year party supplement at Moevenpick Aqaba to be 175 $ P.P / at Marina plaza Aqaba to be 100 $ P.P / Not compulsory

 

CONTACTS IN ITALY:

Mr Michele Petrucci
Marketing & Sales

GRAND TOURS - Amman - Jordan / Jerusalem
www.grand-jo.com

00043 - Ciampino - Rome - Italy
Via Francesco Baracca, 26
Tel: +39. 347.4459036 
Email:  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Skype: mipetrucci

Copyright © 2013. All Rights Reserved.